indietro indice avanti

S. Maria Maggiore

Qualche notizia: Antichissima basilica nata sopra il tempio di Giunone Lucina al tempo di papa Liberio che vide in sogno, il 4 Agosto, la madre di Cristo la quale gli confidò di desiderare una chiesa nella zona dell'Esquilino e il luogo preciso fu individuato da una nevicata miracolosa e chiaramente inconsueta. I primi nomi della basilica furono S. Maria della neve e basilica Liberiana. Il tempio ha una facciata che ricorda S. Pietro e S. Giovanni perchè come loro ha un portico d'entrata con cinque porte, di cui una "Santa", due piani con colonne a pilastri e un balcone per la benedizione. Fu consacrata nel 366 e rifatta già nel 434 da Sisto III; Niccolò IV la ingrandì e aggiunse i mosaici sulla facciata; Gregorio IX fece il campanile (il più alto di Roma) e le ultime modifiche furono di Benedetto XIV. Nell'interno vi fu seppellito Sisto V e Pio V. Nella piazza vi è una delle piu belle colonne corinzie con sopra una statua della Vergine di modesta fattura.

S. Maria Maggiore
   
©2003-2006PietroCeschel | il perché del sito | invia un messaggio | email